• Alessandra Sansone

VIAGGI DI NOZZE: PROPOSTE ORIGINALI DI TOUR’Z TRAVEL


Sempre più, coppie di futuri sposi, pensano a viaggi di nozze in posti fantastici, ma insoliti. Non per questo meno romantici! Tantissime le mete ambite, spessissimo l’imbarazzo della scelta.


L’organizzazione della propria luna di miele è importante quanto il giorno del proprio matrimonio. Se si pensa, poi, che per alcuni è il primo e più importante viaggio della loro vita, ragione in più per affidarsi ad un professionista del turismo e lasciar perdere “il fai da te”.


Perciò ho deciso di intervistare Manuela Minucci, titolare della Tour’z Travel, professionista del settore ed esperta viaggiatrice, perché oltre a suggerire posti improbabili e strepitosi, è soprattutto un’abile organizzatrice di viaggi. Segue i propri clienti dalla partenza al rientro, monitorando la loro permanenza all’estero, pronta a risolvere qualsiasi inconveniente in terra straniera.


Manuela, persona molto solare, ha iniziato la sua avventura professionale nel mondo del marketing e della comunicazione, ma dopo alcuni anni di esperienza nel campo, sentiva sempre di più l’esigenza di cambiare e di abbracciare quello che era un po' il suo stile di vita: viaggiare. Ascoltare i viaggi di Manuela è come fare un giro intorno al mando tra arte, natura e storia.


D: Manuela, se volessi consigliare ai futuri sposi viaggi di nozze che parlano di arte, come considereresti le 7 Meraviglie del Mondo?

M: premesso che il viaggio di nozze è un momento veramente importante, e che per me l’arte è meravigliosa sia per mano dell’uomo che della natura, ritengo che le 7 Meraviglie del Mondo rappresentino viaggi diversi e molto variegati. Per esempio, visitare il sito del Machu Picchu, un must nella nostra storia artistica e culturale, ti permette di esplorare il Perù, terra fantastica, con una popolazione ed una cultura fuori dal comune. Itinerari stupendi tra natura, montagne, laghi (lago Titicaca, il più alto del mondo), tra popoli che vivono in un’altra dimensione.


Tra le altre meraviglie del mondo abbiamo il nostro Colosseo, la Muraglia Cinese, Il Cristo Redentore di Rio, le Piramidi di Chichén itzà (civiltà Maya in Messico), il sito archeologico di Petra in Giordania, il mausoleo di Taj Mahal (India) che è un monumento meraviglioso che ti lascia senza fiato e con una storia interessante. Ed ognuna di queste meraviglie si trova in un paese tutto da scoprire, tra cultura, cibo, usi, tradizioni. Sono viaggi che ti rimangono nel cuore, perché ti emozionano.


D: Manuela, hai citato l’India, continente vastissimo che mi riporta con il pensiero alle piantagioni di tè. Cosa puoi dirci di questo paese meraviglioso?

M: l’India è un mondo a parte, un continente immenso e molto variegato anche morfologicamente. Come primo approccio, consiglio di partire visitando lo stato settentrionale del Rajasthan, la terra dei Maragià. Il tour che propongo è quello dei colori. Si visitano città il cui nome è dato dal colore che le caratterizza: la città blu, la città rosa, la città d’oro, e dietro ad ogni colore c’è una storia, una motivazione. Un’esperienza molto particolare.


D: passiamo dall’altro lato del globo: andiamo in Brasile.

M: in Brasile ci sono stata diverse volte. E’ un paese pazzesco, con una natura sconfinata, dove ogni stato federale è diverso dall’altro. Qui, è doverosa una tappa in una delle meraviglie naturali più belle al mondo: le cascate dell’Iguazù, che si estendono anche lungo la linea di confine con il Paraguay e l’Argentina. Ma la vista mozzafiato la si ha dal versante brasiliano, dove è possibile ammirare lo spettacolo della Garganta del Diablo (Gola del Diavolo).


Un’altra zona del Brasile che consiglio di visitare in occasione della tappa al Cristo Redentore di Rio de Janeiro, siamo sul lato Sud-Est, è quella di Minas Gerais, caratterizzata da città tipicamente coloniali, risalenti al XVIII sec., il periodo della corsa dell’oro. Zona ricca di giacimenti preziosi.

Andando al Nord del Brasile, tappa obbligatoria è il Deserto Bianco. Le sue dune di sabbia bianca sembrano lenzuola intervallate da enormi distese di specchi di acqua cristallina che si formano dopo il periodo delle piogge estive.


D: visitare il Messico tra arte e Natura: da dove partire?

M: da Città del Messico, città molto bella, coloratissima, vivibile, con un forte retaggio spagnolo anche nell’architettura. Da visitare il museo di Frida Kahlo, il Palazzo Nazionale risalente alla seconda metà del ‘500, ed altri palazzi e monumenti storici altrettanto belli ed importanti. Da lì si possono raggiungere le Piramidi del Sole e della Luna, si può visitare la cattedrale della Guadalupe (luogo di pellegrinaggio molto sentito dalla popolazione messicana).


In aero, invece, è facilmente raggiungibile lo Stato del Chiapas, visitare la graziosissima cittadina di San Cristobal de Las Casas in pieno stile coloniale spagnolo, dove sembra che il tempo si sia fermato per come vive la popolazione, un tuffo nel passato! Da lì puoi raggiungere San Juan Chamula, un paesino molto particolare, dove la vita quotidiana si svolge intorno all’omonima chiesa, in strada, tra gli odori ed i colori del mercato.


D: per un viaggio del genere, scelto uno stato, quanto tempo consigli minimo da dedicare?

M: sono stati enormi, che non potrai mai visitare per intero, e quindi, scelta una zona anche in base al periodo ed alle temperature che puoi trovare, una permanenza di 2 settimane è sufficiente, ma sempre con un tuor ben organizzato da un’agenzia di viaggi.


D: quanto viaggi per lavoro?

M: minimo faccio 2 viaggi l’anno – Fam Trip - invitata dai tour operator all’avanscoperta di nuove destinazioni da proporre ai clienti. Facciamo dei giri pazzeschi, perché oltre ad esplorare i luoghi e le esperienze che si possono vivere, visitiamo e selezioniamo anche le strutture ricettizie.


D: portaci un po' in Africa? Cosa ci racconti?

M: è il mio mondo. L’Africa Australe, ad esempio, è un viaggio incredibile. Tra Safari e città (Città del Capo è bellissima), c’è molto da visitare. C’è Capo di Buona Speranza, ci sono gli avvistamenti di balene (fino a novembre), al nord di città del capo c’è la regione vinicola, dove fanno dei vini ottimi e molto richiesti.


D: tra tutte queste meraviglie del mondo, secondo te, qual è la meta più romantica?

M: è molto difficile stabilirlo perché l’idea di romanticismo è molto personale. Per me, ad esempio, la meta più romantica è nel pieno della natura in Africa, in alberghi stupendi, molto curati, con esperte guide locali che durante un safari ti organizzano un pic-nic o una cena in mezzo alla savana. Ma ripeto, è molto soggettiva la scelta.


D: non lontano dall’Italia, un viaggio che sorprende quale potrebbe essere?

M: senza allontanarci troppo, sicuramente Israele, Gerusalemme è una città bellissima. Ma anche l’Islanda, molto interessante dal punto di vista naturalistico.


D: in questo periodo di pandemia, cosa non si è fermato?

M: in questa seconda ondata, sono andate molto bene le crociere nel mediterraneo, grazie ai protocolli applicati. Si sono fermate, per uno stop governativo, solo durante il periodo di Natale. Per molta gente è stato motivo di evasione e di relax, nonostante i protocolli adottati molto rigidi, per i tamponi da fare, per il distanziamento, e soprattutto per la poca libertà quando si è in visita fuori dalla nave, nel senso che puoi girare il luogo raggiunto solo con la guida.


D: in periodi di normalità, per un viaggio di nozze, quale crociera consiglieresti?

M: sicuramente i Fiordi Norvegesi, soprattutto da fare con i postali, navi tipiche locali, perché ti consentono molta libertà, puoi scendere e salire quando vuoi, fare viaggi intermodali, parte via mare e parte in auto, è proprio un’esperienza diversa dalla tipica crociera. Ma il top delle crociere è senza dubbio quella sul Nilo, un classico per un viaggio di nozze, ma soprattutto da fare se si decide di andare in Egitto per la prima volta. Oltre ad essere una crociera bellissima, per arte, natura, storia!


D: un posto che mi sento di consigliare ai miei sposi, per la mia idea di luna di miele romantica, è quella di visitare l’Aurora Boreale. Una magia naturale. Cosa ne pensi?

M: un fenomeno incredibile che puoi visitare nei paesi del Nord come Norvegia, Svezia, Islanda, ed ovviamente in inverno. Ovviamente, anche in questo caso, la vista toglie il fiato! Immagina il buio totale, il paesaggio intorno tutto innevato colpito da questi fasci di luce enormi che si riflettono sul bianco. Sicuramente immagini uniche e molto suggestive.


Manuela, che dire! Grazie! E’ stato un meraviglioso viaggio intorno al mondo!


C’è veramente un enorme bisogno di riprendere a viaggiare ed inviare cartoline dal mondo!!!


Alessandra


13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti